Leva - Ritardo (rinvio) per motivi di studio - Città di Darfo Boario Terme

IL COMUNE | Settori e Servizi | Settore Demografici | Leva - Ritardo (rinvio) per motivi di studio - Città di Darfo Boario Terme

Ritardo (Rinvio) per Motivi di Studio

PRIMA RICHIESTA DI RITARDO PER MOTIVI DI STUDIO

I Giovani chiamati a visita, nati nel terzo quadrimestre 1985, possono presentare domanda di ritardo entro il giorno di presentazione indicato sul precetto.
Devono inviare la richiesta di ritardo, per motivi di studio, allegando:

  1. domanda firmata dall'interessato o da un genitore se minorenne; (allegato 1)
  2. autocertificazione sulla condizione di iscritto all'anno scolastico oggetto del ritardo (allegato 2 del precetto) firmata dall'interessato o da un genitore (se minorenne) oppure il certificato di iscrizione e frequenza rilasciato dalla scuola (soprattutto per chi presenta domanda dal 15 settembre al 31 dicembre);
  3. fotocopia della carta d'identità della persona che firma;

SPEDIRE il tutto a :"DISTRETTO MILITARE - Ufficio Leva - Via Castelfidardo, 11 - 40123 BOLOGNA" con raccomandata A.R.
Coloro che inviano la domanda di ritardo per studio NON devono presentarsi a visita.
Entro il 30 settembre di ogni anno dovrà poi essere inviata una nuova domanda di ritardo allegando l'autocertificazione o il certificato della scuola.

CONTINUAZIONE DEL RITARDO PER MOTIVI DI STUDIO

A. DOMANDA:
La domanda su apposito modulo prestampato per la continuazione nel beneficio del ritardo deve essere presentata all'Ufficio Reclutamento del Distretto Militare di appartenenza, direttamente o inviata tramite raccomandata A.R. (in tal caso fa fede la data del timbro postale) utilizzando lo specifico stampato disponibile presso i Distretti Militari.
NOTA:
se la domanda per la continuazione nel beneficio del ritardo viene inviata per posta deve essere accompagnata da copia del documento di riconoscimento del dichiarante.

B. DESTINATARI DEL BENEFICIO:
Gli studenti che frequentano in Italia o nei Paesi della Comunità Europea il terz'ultimo, penultimo e ultimo anno di istituti di istruzione secondaria superiore, corsi universitari e i laureati iscritti a corsi di specializzazione, perfezionamento, dottorato di ricerca o a scuole a ordinamento speciale post laurea, purchè conseguano titoli di studio legalmente riconosciuti;

C. TERMINI DI PRESENTAZIONE DELL'ISTANZA DI RITARDO:
Il termine perentorio entro il quale le domande successive alla prima per la continuazione del ritardo per motivi di studio devono essere presentate o inviate è:

  • il 30 settembre, per le domande presentate da giovani che si immatricolano ad un corso universitario e da studenti che frequentano corsi di istruzione secondaria di II grado;
  • il 31 dicembre, per le domande presentate da studenti già immatricolati a corsi universitari in anni precedenti;
  • il giorno che precede la data di presentazione alle armi per le domande avanzate da giovani che:
    • acquisiscono i requisiti previsti dall'art. 2 o dall'art.3, comma 3 del D.Lsg. 504/97 oltre le date previste per la visita di leva;
    • in possesso del diploma di laurea o di titolo equivalente, possono iscriversi a corsi di specializzazione, di dottorato di ricerca, di perfezionamento nonchè scuole ad ordinamento speciale post-laurea, solo dopo il 31 dicembre perchè risultati vincitori dopo tale data;
    • pur possedendo i requisiti previsti dall'art. 2 o dall'art. 3 del D.Lgs. 504/97, non hanno chiesto il beneficio del ritardo perchè nella posizione di:
      • a. non soggetti alla leva;
      • b. non obbligati alla ferma di leva;
      • c. dispensati dal presentarsi alle armi;
      • d. rinviati ai sensi degli artt. 88-89-90 del D.P.R. 237/1964.

D. DOCUMENTAZIONE DA ALLEGARE:

  • Per gli studenti iscritti a corsi di istruzione secondaria di II grado, la dichiarazione sostitutiva di certificazione da cui risulti l'iscrizione all'anno scolastico in corso;
  • Per gli studenti universitari che presentano la 1^ istanza, dichiarazione sostitutiva di certificazione da cui risulti l'immatricolazione/iscrizione ad istituto universitario o istituto superiore, statale o legalmente riconosciuto;
  • Per gli studenti universitari o ad essi equiparati che presentano la 2^ o le successive richieste, dichiarazione sostitutiva di certificazione da cui risulti l'iscrizione e gli esami superati nel corso dell'anno solare;
  • Per gli iscritti ai corsi di formazione professionale, dichiarazione sostitutiva di certificazione da cui risulti l'iscrizione e la natura giuridica del corso;
  • Per gli iscritti a corsi successivi alla laurea, dichiarazione sostitutiva di certificazione da cui risulti l'iscrizione e, negli anni successivi, anche il superamento durante l'anno solare degli esami previsti nel piano formativo.

NOTE:

  • il giovane che non ha ancora perfezionato l'iscrizione/immatricolazione ad uno dei corsi indicati al precedente punto B. può riservarsi di presentare o inviare la relativa dichiarazione sostitutiva di certificazione entro i termini previsti dalla legge. In tal caso egli è ammesso con riserva al beneficio, la cui piena efficacia è così subordinata alla condizione della presentazione o invio, non oltre i citati termini, della predetta dichiarazione;

E. INFORMAZIONI INERENTI IL BENEFICIO DEL RITARDO:

  • gli universitari (compresi quelli che hanno effettuato cambio di corso di laurea) dovranno dimostrare di avere atteso agli studi nel modo previsto:
    • dall'art.10 Legge n.958/86, (1^ richiesta: iscrizione a corso universitario; 2^ richiesta: superamento di un esame nell'anno solare precedente a quello per cui si chiede il ritardo; 3^ richiesta e successive: superamento di due esami nell'anno solare precedente a quello per cui si chiede il ritardo), se immatricolati nell'anno accademico 1997-98 o precedenti;
    • dall'art.3 n.2 del D.Lgs. n.504/97 (1^ richiesta: iscrizione a corso universitario; 2^ richiesta: superamento di un esame; 3^ richiesta: superamento di tre esami previsti dal piano di studi del primo e del secondo anno; 4^ richiesta: superamento di sei esami previsti dal piano di studi del primo, secondo e terzo anno; 5^ richiesta e successive: superamento di ulteriori tre esami per anno rispetto alla quarta richiesta), se immatricolati nell'anno accademico 1998-99 e successivi.

I requisiti appena accennati sono validi fino al 31 dicembre 2003,perchè a decorrere dal 1 gennaio 2004, così come stabilito dall'art. 9, comma 1, del D.Lgs. 215/2001, occorrerà essere in possesso dei seguenti requisiti:

Prima richiesta

iscrizione a corso universitario

Seconda richiesta

superamento di 4 esami previsti dal piano di studi

Terza richiesta

superamento di 8 esami previsti dal piano di studi

Quarta richiesta e successive

superamento di ulteriori 4 esami previsti dal piano di studi per anno rispetto alla terza richiesta e alle successive

 

  • Il ritardo previsto per gli studenti di scuola media superiore può essere concesso ai cittadini che non hanno compiuto il 22° anno di età e, comunque, per non più di tre volte.
  • Il ritardo previsto per i cittadini che frequentano corsi di istruzione universitaria di diploma o di laurea presso università statali o legalmente riconosciute può essere concesso:
    • fino al compimento del 25° anno di età, per i corsi di tre anni;
    • fino al compimento del 26° anno di età, per i corsi di quattro anni;
    • fino al compimento del 27° anno di età, per i corsi di cinque anni;
    • fino al compimento del 28° anno di età, per i corsi di più di cinque anni.
  • Il ritardo non può essere concesso agli studenti universitari che hanno fruito per tre volte del beneficio durante gli studi medi superiori.
  • Il ritardo previsto, per i giovani in possesso del diploma di laurea, iscritti al corso di specializzazione, di perfezionamento o di dottorato di ricerca, nonché a scuola ad ordinamento speciale post-laurea, attivati o istituiti presso università statali o legalmente riconosciuti può essere concesso fino al compimento del 29° anno di età.
  • Se gravi ragioni hanno causato la sospensione degli studi universitari durante l'anno in corso, la relativa documentazione giustificativa dovrà essere allegata alla domanda ed inviata al Distretto Militare entro il 31 dicembre (soltanto per gli universitari immatricolati nell'anno accademico 1997/98 e precedenti).
  • I giovani che frequentano l'ultimo anno di corso di istruzione secondaria superiore e intendono essere avviati alle armi quanto prima, devono presentare al Distretto Militare di appartenenza apposita domanda. Ciò non preclude loro la possibilità di chiedere ulteriore ritardo. Al di fuori di tale ipotesi coloro che rinunciano espressamente al beneficio di ritardo non possono più in seguito fruirne.

Torna alla pagina precedente - LEVA>>